Stronger – la recensione

La mia recensione un po’ impietosetta:

21st Century Cinephiles

hero_Stronger-TIFF-2017 Jake Gyllenhaal e Tatiana Maslany in una scena del film

Sapere che Jeff Bauman, sopravvissuto all’attentato alla maratona di Boston del 15 aprile 2013, nonché protagonista della storia, ha partecipato attivamente alla realizzazione del film (è proprio suo il libro autobiografico su cui è basato il racconto cinematografico) lascia un po’ perplessi: tutto sommato, nonostante le buone premesse, il film non è sto granché, purtroppo.

Stronger, diretto da David Gordon Green e recitato da un sempre intenso Jake Gyllenhaal, racconta appunto la tragica vicenda del giovane Jeff, che -in seguito all’incidente sopracitato- perde entrambi gli arti inferiori, ed, insieme a questi -inevitabilmente- la voglia di vivere.

La vicenda narrata segue la vita del protagonista a partire dal giorno dell’episodio sino al momento in cui fa effettivamente pace con sé stesso e con la sua condizione di disabile, costretto ad un’interminabile riabilitazione, all’utilizzo di protesi  per poter tornare a camminare…

View original post 472 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...